Ossessioni e compulsioni

Ossessioni e compulsioni

Le ossessioni, sono impulsi, pensieri, immagini che vengono in mente in modo intrusivo, sulle quali sentiamo di non aver controllo, sono fastidiose e disturbanti. Si presentano continuamente senza la nostra volontà, non si riesce ad ignorarle e a reprimerle anche se ci si rende conto che sono irrazionali.

Le compulsioni o rituali sono pensieri e o azioni eccessive che sentiamo di dover ripetere continuamente senza riuscire ad interromperci anche se sappiamo che sono irrazionali. Dovrebbero servire ad impedire o prevenire eventi catastrofici e lenire sentimenti sgradevoli come la paura, il disgusto o la colpa. Si può, per esempio, per scongiurare la malattia o la morte di nostri cari mettere le cose in un certo ordine prima di andare a dormire, contare cifre interminabili, controllare ripetutamente la chiusura della porta o della portiera della macchina. Spesso sono comportamenti o azioni mentali che vengono messe in atto dalla persona proprio per scongiurare l’ansia relativa alle ossessioni. A volte invece questi comportamenti non sono necessariamente legati al pensiero che devono andare a sconfiggere.

Quando le ossessioni e le compulsioni sono tali da impegnare la maggior parte del tempo della persona e da comprometterne il benessere quotidiano, esse si configurano come un vero e proprio disturbo, all’interno della categoria dei disturbi d’ansia.

Il disturbo ha due caratteristiche: controllo, come esigenza di manipolazione e gestione della realtà, e pulizia come manifestazione di una difficoltà di contatto. Controllo: verificare più e più volte se si è fatta una determinata azione come chiudere la porta di casa. Pulizia: lavare più volte le mani per paura di essere contagiati da alcune malattie

E’ chiaro che non tutte le persone a cui capita di avere un timore di questo tipo svilupperanno un disturbo ossessivo compulsivo, il problema sta nell’ordine quantitativo e ricorsivo di questo fenomeno. Un pensiero per essere patologico deve essere frequente, creare una reazione emotiva forte, essere difficile da gestire, creare forte disagio e durare per lungo tempo. Si può parlare di disturbo ossessivo compulsivo solo quando i sintomi persistono, creano molta ansia e disturbano pesantemente lo svolgimento della vita normale di tutti i giorni. Le persone affette da questo disturbo conducono una vita ritirata, isolata anche se possono avere un alto funzionamento nella vita sociale e lavorare con successo.

La psicoterapia cognitivo comportamentale offre strumenti scientificamente provati e validati per trattare questo disturbo con molta efficacia.